B1 dicembre 2019 – Analisi delle strutture di comunicazione – Prova n. 2

Welcome to your B1 dicembre 2019 - Analisi delle strutture di comunicazione - Prova n. 2

Completa il testo con le forme dei verbi che sono tra parentesi. 

VI (RACCONTARE) RACCONTIAMO Dl BELMONTE CALABRO


ln Italia ci sono molte iniziative per far rinascere i paesi senza nessun abitante.


Un esempio è quello di Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza. Qualche tempo fa questo piccolo paese (diventare) un albergo.


Quattro cugini di circa quarant'anni, che da tempo vivevano poco lontano dal loro paesino d'origine, (decidere) di ridargli vita. I quattro (possedere) due vecchie abitazioni dove da piccoli (abitare) con i genitori e, a spese proprie, (sistemare) entrambe le abitazioni per affittarle ai turisti di passaggio. L'idea che a loro (sembrare) quasi un sogno, ha avuto successo: i primi che (utilizzare) queste strutture sono turisti che (venire) prevalentemente dal Nord Europa e dall'Asia.


I quattro cugini, con i soldi che (guadagnare) con gli affitti, hanno iniziato ad acquistare altre case abbandonate vicino alle loro e a risistemarle: adesso (possedere) quattordici case in totale.


Anche altri proprietari di case a Belmonte Calabro ora seguono il loro esempio, così le case per i turisti (aumentare) ogni giorno e le vie del paese (tornare) , a vivere. Infatti grazie a questa iniziativa, i vecchi negozi che non (essere) più aperti da tanto tempo, (riprendere) le loro attività. Forse non tutti (sapere) che vedere questo paese                               (offrire)  la possibilità di scoprire il territorio vicino, che è pieno di luoghi di interesse: dal parco marino "Scogli di Isca" alla cima del monte Cocuzzo che (trovarsi) a 1541 metri sul mare e (permettere) di ammirare un panorama incredibile. Ultimamente, dopo l'iniziativa di Belmonte Calabro, il sindaco di un piccolo comune vicino, (proporre)   di vendere alcune case ormai disabitate alla cifra simbolica di 100 euro.


Pubblicizziamo queste iniziative e (visitare) questi luoghi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *