Corsi di italiano in Italia. Come scegliere la scuola giusta

corsi in italia

Tanti corsi,città e realtà completamente diverse. Le dolomiti, la pianura per poi svoltare dalle coste liguri verso la Francia o discendere gli appennini sfiorando la Toscana e Roma fino alle spiagge della Puglia e della Calabria senza dimenticare altri paradisi come la Sicilia o la Sardegna.

A volte scegliere il proprio corso estivo, l’Università dove frequentare un corso di laurea o un erasmus può essere davvero complesso. Tra dialetti e accenti, scuole più e meno serie cercheremo di trovare la strada giusta insieme!

La prima cosa da fare é capire il motivo per il quale volete studiare l’italiano in Italia. Avete un’amico/a un fidanzato/a italiani? In questo caso la scelta sarà già obbligata alla città dove questo vostro contatto vive.

Immaginiamo il caso in cui uno studente voglia solo fare l’esperienza in Italia senza avere una meta precisa. Molte sono le cose da considerare prima di trovare il posto giusto.

1)Accenti e dialetti.

E’ certamente vero che i dialetti sono più usati al sud che al nord. Se vorrete perciò praticare l’italiano standar, scegliere una regione del sud potrà comportare questa piccola difficoltà. Così come in alcune regioni e province autonome del Nord vi sono situazioni di bilinguismo.

2) Cosa c’è vicino.

Alcune città nel Nord comportano un grande vantaggio: potrete facilmente visitare più città famose in un solo viaggio. Certo che se la vostra meta fosse, ad esempio, la calabria, sareste confinati lì per tutto il tempo. Il nord offre la possibilità di visitare non solo più città italiane ma anche altri Paesi vicini (Francia, Monaco, Austria, ecc).

3) Il tipo di scuola

Le scuole private dicono tutte “noi siamo i migliori”, da noi troverete solo il meglio. E’ sempre vero? Purtroppo no. Ci sono sicuramente alcune caratteristiche che potranno dimostrare questa superiorità.

Se la scuola é sede di un esame di certificazione questo sarà un segno della qualità superiore dell’insegnamento. Le università selezionano in modo molto rigoroso le sedi staccate.

Se la scuola ha vinto premi linguistici (e vi dice quali, quando con il link sull’albo d’oro) é anche un buon segno. Diffidate dalle scuole che scrivono ” abbiamo vinto premi” ma non dicono quali, quando ecc.

4)I turisti

Ci sono sicuramente delle città che uno straniero DEVE visitare. Roma, Firenze, Venezia, Milano ecc. Città delle quali si parla nei libri, città ricche di storia e attività. RIcche anche, purtroppo, di turisti. Questo farà sì che molti si rivolgeranno a voi in inglese e che le abitudini italiane vere saranno un pò distorte e adattate ai turisti. Un esempio? La regola che il ristorante chiude alle 14 per riaprire alle 19.00 a Venezi non funziona. Troverete turisti affamati che mangiano alle 16.30 senza troppi problemi.

Se volete un’esperienza più a misura d’uomo e forse più vera, dovrete scegliere una città più lontana dai riflettori.

In questo video parlo anche di questo tema!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *